RESTART CONS UN METODO NUOVO DI FARE IMPRESA IN ITALIA

Il contratto di “Consorzio di rete d’Impresa” permette agli imprenditori di operare e crescere in tranquillità, sapendo che altri si occuperanno delle loro burocrazie. Nella realtà diminuiranno anche i loro costi almeno del 20% ed avranno maggiori opportunità di espansione sul mercato. Gratuitamente!

Oggi piu’ che mai si sente l’esigenza di riforme efficaci per la PMI. Ogni governo ha tentato iniziative che non sempre si sono rivelate di grande soluzione, anzi, spesso hanno creato danni inconsapevoli. Perché?

Forse perché la distanza tra la politica, il legislatore e le realtà aziendali è enorme, forse perché esistono passaggi ai piu’ sconosciuti che creano spese occulte che l’imprenditore paga a sua insaputa. Passaggi sconosciuti, spesso, anche agli stessi professionisti che si occupano della materia “lavoro”.

Per fortuna, in Italia, da qualche anno sono nati i “Consorzi di rete d’Impresa” una forma particolare di contratto che permette alle micro, piccole e medie imprese di demandare molte operatività legate alla gestione del personale occupandosi di tutte quelle incombenze di cui si occupa l’imprenditore. Quindi tempo in piu’ dedicato ad un lavoro che non è il suo, per esempio: la gestione dei turni, ferie, assenze ed altre incombenze competenti alle Risorse Umane. Oppure la scelta del miglior inquadramento contrattuale per il lavoratore e l’imprenditore, ed ancora, la delocalizzazione di Risorse se in esubero.

La forza delle “rete” è ormai nota. Chi lavora da solo, con la propria impresa, incontra molte difficoltà, sia nell’affrontare il mercato di riferimento, sia burocratiche. Tutto è sulle spalle di una persona sola: l’imprenditore.

La “rete” è tale perché risolve e definisce per l’imprenditore molte problematiche con la semplicità di chi è abituato a svolgere questo tipo di attività, con la sicurezza di sapere cio’ che si deve fare, sempre.

Entrare a far parte di un Consorzio di questo tipo è gratuito. Parlando con i responsabili di RESTART Cons sede di Milano del CIESSECI Consorzio di reta d’Imprese di Roma, l’imprenditore puo’ contare su un risparmio del 20% sulle spese di gestione del personale, su un’assistenza amministrativa e fiscale totale e su reali possibilità di sviluppo di nuovo business senza dover cambiare nulla della propria ragione sociale o statuto.

In breve: una micro o piccola impresa puo’ crescere, un’impresa in assetto puo’ confermare il suo successo con un aumento esponenziale del fatturato.

RESTART Cons presenta i propri servizi, tanti e tutti rivolti al risparmio dei costi ed alla crescita del business, il 18 luglio a Milano e sarà interessante capire come si puo’ fare impresa serenamente anche nel nostro Paese.

L’evento è aperto ad imprenditori, associazioni d’impresa e professionisti.

18 luglio – Milano, Via Larga 8, alle h 18,00  info: restartcons@gmail.com

Concetta Andaloro per WordUpCommunication

 

MARKETING: QUESTO SCONOSCIUTO “ABUSATO”

 

Continuando un po’ sul tema delle professioni “abusate” parliamo di MARKETING.

Tra tutti i Consulenti che conosciamo, quanti dichiarano di occuparsi di MARKETING??

Allora mi sorge spontanea una domanda: ma cosa significa lavorare in questo settore che affascina, significa molto e nulla? Significa svolgere un’analisi attenta dell’azienda e comprendere, con il titolare, le reali necessità del momento.

E quanti tipi di MARKETING esistono…infiniti!

Noi, di RESTARTCONS ci occupiamo di far crescere il fatturato delle aziende, quelle piccole o micro, perché crediamo fermamente nell’imprenditoria italiana che ha un tessuto composto prevalentemente da aziende a conduzione famigliare. Che devono crescere.

Come? Acquisendo più CLIENTI, vendendo più prodotti, rivedendo i prodotti ed il posizionamento che hanno sul mercato. Formando e motivando la rete vendita, se esiste, costruendone una se è il caso. Migliorando il “controllo” tramite software appositi, migliorando il sistema di produzione e di distribuzione delle merci.

Non c’è molto da dire, c’è solo molto da fare, perché le aziende devono tornare a vivere ed a prosperare.

Noi ci occupiamo del prodotto, perché riteniamo che l’immagine aziendale sia semplice se legata al successo. Certo, un bel sito, un company profile sono importanti, ma, davvero è necessario spendere migliaia di euro in questo? Non credo.

Gli investimenti vanno fatti nei settori che sviluppano lavoro: lo sviluppo di nuove zone, l’apertura di nuovi mercati esteri, la comunicazione, che deve essere veloce ed attrattiva, deve catturare l’attenzione.

Di base, questo è il MARKETING, poi possiamo anche divertirci a fare grafici e  proiezioni, ma è il lavoro gestito in modo regolare che premia.

Una breve storia di successo: Mario Berti, produttore di aceto balsamico D.O.P prodotto eccellente ma poco conosciuto. Prezzo da èlite, cosa mancava? Una chiacchierata mirata aveva rivelato che, nonostante le fiere, pochi lo conoscevano. Mancava una reale comunicazione all’esterno.

Pochi e mirati articoli su giornali dedicati a ristoranti e rivenditori di food d’eccellenza ed il gioco è partito. Oggi Mario Berti lavora bene, il suo prodotto è arrivato nei ristoranti di culto, e sta iniziando un’interessante avventura europea. Facile? No, ma lui ha avuto una forza: credeva profondamente nel suo lavoro e ci ha dato fiducia.

#siatecuriosi

 

PROFESSIONISTI SI DIVENTA…..NON SI NASCE!

Vai alla barra degli strumenti