fbpx

IL PICCOLO PRINCIPE: IL NOSTRO MONDO, AMORE E MORTE DELL’ANIMA!

Momento di transizione …così viene chiamato questo particolare momento dell’anno in cui la Luna Piena del Capricorno ci mette di fronte a sfide personali particolarmente forti.

Piccolo Principe: l’alchimia della vita

Quindi se tra giovedì scorso e lunedì prossimo ti senti un po’ collerica, fuori posto, inadeguata, non compresa, poco valorizzata….oltre ad essere reale,  non è il momento migliore per discuterne.  A meno che Tu non voglia causare una rottura di un rapporto lavorativo, amicale o affettivo, allora TACI!

Questa sera mi sono imbattuta nel film di animazione del “Piccolo Principe”, confesso che se avessi saputo, non sarei uscita. Ma…al di là delle considerazioni personali, è un testo alchemico e come tale va letto e ragionato, pur nella semplicità dell’animazione.

Un film di animazione non rende i concetti stupidi, li rende più comprensibili. Walt Disney insegna……!

Il pensiero intorno a cui gira tutto il libro del Piccolo Principe, che ognuno di noi ha nella propria libreria, è l’attenzione al prossimo:

Da te, gli uomini, disse il Piccolo Principe, coltivano cinquemila rose nello stesso giardino…e non trovano quello che cercano…E tuttavia quello che cercano potrebbe essere trovato in una sola rosa o in un po’ d’acqua…Ma gli occhi sono ciechi. Bisogna cercare con il cuore”.

Prova a rileggere questa affermazione, chiudi gli occhi e ripetila dentro di Te….se cogli un eco poniti qualche domanda, oppure chiedi aiuto, perché il vuoto è la sensazione della vita che scorre tra le dita senza nessun valore oltre alla materialità che stai vivendo.

Se segui i miei contenuti e quelli dei Mentor a cui mi ispiro e da cui ho imparato ad impostare la mia vita  in un certo modo, DARE senza pensare ad un ritorno è uno dei modi se non l’unico per crescere e progredire.

Bisogna cercare con il cuore” il Piccolo Principe riflette con la sua amica, perché non tutti possono comprendere questo messaggio.

Un passaggio ulteriore è: posso DARE a chi non CHIEDE?  No!

Confucio diceva, non si può riempire uno spazio già occupato!

Quindi. Se le relazioni cambiano, terminano, finiscono, oppure semplicemente subiscono delle transizioni, non è perché noi abbiamo commesso errori, ma forse abbiamo dato ciò che non era richiesto, oppure abbiamo concesso più di quello che poteva essere compreso.

Nell’antichità, quando gli uomini erano semplici ma molto saggi, si pensava ad ognuno di noi come un contenitore, un vaso spirituale. Se il “vaso” è piccolo più di tanto non può ricevere: siamo davanti ad una persona poco progredita ( spiritualmente). Al contrario, siamo di fronte ad una persona con cui è semplice, quasi scontato, condividere idee, pensieri ed emozioni. Bellissimo!! Un Vaso grandissimo.

Questo è uno dei messaggi del Piccolo Principe, di cui dimentichiamo troppo speso la vera essenza: “ Ecco il mio segreto. E’ molto semplice: non si vede bene che con il cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi. E’ il tempo che Tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante”. E’ il tempo che ho perduto con la mia rosa. Gli uomini hanno dimenticato questa verità….”

Nessun tempo è perduto, anche se fallimenti e delusioni possono averci segnato, ogni momento è l’acqua che ha nutrito il nostro roseto e lo ha fatto vivere.

Dipende da chi o cosa è la tua ROSA…… buona riflessione!

Concetta Andaloro per RestartCons Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 5 =