Milano, Fuori Salone tra Marketing incalzante e ricerca di Essenza

Salone del Mobile 2019 , la pulsante Milano accelera il suo ritmo ventricolare, tra chi entra e chi esce rapidamente dai vari eventi, consumando velocemente ogni centimetro della città.
Momento economico tra i più apprezzati, per chi offre cibo e posti letto e mezzi di trasporto ma anche per chi ama la fiumana di persone, interscambi culturali e stimoli in generale.

Una riflessione mi sorge spontanea…

Questi clienti che vanno e mai piu’ si ricorderanno dove sono stati, come si sono trovati, al di là di una refèrence su Trip Advaisor. Se fossero fidelizzati da ogni azienda dove hanno fatto un happy end oppure dall’hotel o dal ristorante milanese dove hanno cenato…sarebbe fantastico!

Resterebbero in contatto con le aziende milanesi che li hanno accolti, e le aziende, continuerebbero a guadagnare da ogni loro acquisto: una qualità di vita splendida. Informandoli continuamente sulle offerte milanesi.

Il periodo storico e socioeconomico che si riflette in questi giorni è spiccatamente markettaro, frivolo e incentrato sul bizzarro che si illude di stupire ancora, con il rischio di creare caos ulteriore nel tentativo di emozionare, in un momento in cui l’essere umano necessita di concretezza e sincere, semplici indicazioni per cambiamenti e integrazioni reali

Balza agli occhi la superficialità dei nuovi capitali puerili ma evoluti nella loro repicabilità, sempre orientati a duplicare investimenti nei tradizionali settori che innalzano il vociare e le urla e soddisfano solo la pancia.

In mezzo al caos, volendo cercare con maggior attenzione, c’è chi il valore lo propone, che oggi più che mai deve essere un valore di condivisione e di supporto all’Uomo, al suo spirito e all’ambiente , un valore di responsabilità che sussurra piano alle orecchie in grado di udirlo.
W Milano, abbi fiducia perché  il cambiamento è alle porte.

Simone Candiani per WordUpcommunication