blog

USURA BANCARIA: UNA VITTORIA PER IL RISPARMIATORE

 

Ancora un caso di usura bancaria ai danni dei cittadinio che segna una vittoria della giustizia. Ci troviamo di fronte alcomportamento scorretto di alcuni istituti di credito nei confronti dei propri correntisti. 

L’ultimo caso di usura bancaria ai danni dei risparmiatori , quello che ha visto l’agenzia del Monte dei Paschi sita in via Roma a Marsala pignorata addirittura per quasi 164 mila euro.
Vittima di usura bancaria è stata, nel caso di specie, una coppia di commercianti marsalesi.

La storia della vicenda processuale vincente
La vicenda giudiziaria a monte di questa eclatante sentenza ebbe inizio con il fallimento della coppia di commercianti e con la successiva fortunata azione da loro intrapresa, prima del fallimento, mirata ad accertare la declaratoria di nullità delle clausole usurarie del proprio conto corrente acceso presso questa filiale.
L’azione, a seguire ben portata avanti dal curatore fallimentare, vedeva l’istituto bancario soccombente in ben tre gradi di giudizio. Nelle more processuali, la coppia di commercianti riusciva a riprendersi in mano i propri diritti, risanando la posizione debitoria con la revoca del fallimento.

Una sentenza di primo grado che fa sperare
Si tratta di una sentenza di primo grado che fa davvero ben sperare sull’odioso reato di usura bancaria. Intanto, sulla base della sentenza, l’avvocato di parte attrice si è presentato all’agenzia marsalese di via Roma del Monte dei Paschi di Siena per eseguire, insieme ad un ufficiale giudiziario, il pignoramento della somma che ammonta a circa 137 mila euro più interessi e spese legali, per un totale, come detto, di quasi 164 mila euro.
E’ questa la somma riconosciuta dal Tribunale di Marsala ai due correntisti.
Il caso di questa famiglia marsalese che ha resistito in giudizio con tutte le forze contro il Monte dei Paschi di Siena, ottenendo, in esecuzione della sentenza di primo grado, la restituzione dicirca 137.000 euro, ancora una volta si fa testimonianza dell’incrinarsi della posizione di supremazia in cui gli istituti di credito si sono da sempre arroccati sin dalla notte dei tempi.
Intanto l’agenzia in questione si è vista ex lege tenuta a staccare quattro assegni circolari per un complessivo importo di quasi 164.000 euro depositati nella cancelleria civile del tribunale di Marsala in attesa dell’assegnazione ai legittimi beneficiari.
Negli anni scorsi, anche altre agenzie (Unicredit e ex Sicilcassa) sono state condannate, sempre a Marsala, per anatocismo commesso a danno di alcuni loro clienti.
A queste condanne si aggiunge oggi, quindi, una sentenza di tale portata che davvero concorre a disegnare un quadro nuovo: quello del recupero dei diritti per i risparmiatori.

Quella descritta è una vittoria che davvero apre una breccia nel sistema bancario, una pronuncia che dà ampio respiro a quanti, finalmente, possono sperare di ottenere giustizia e riprendersi indietro i risparmi loro ingiustamente sottratti.

Ringrazio lo studio peritale nostro partner per il materiale condiviso

#noicisiamo

per contatti ed info

[contact-form-7 404 "Not Found"]

Concetta Andaloro C.E.O. RESTART/Cons Giornalista pubblicista dal 2008. Giornalista per passione e Consulente d'Impresa per formazione. I servizi a cui mi dedico sono rivolti all'abbattimento dei costi e della fiscalità delle PMI. Molti sono gli skill con cui portiamo benessere al business, creando nuove opportunità di mercato, sia in Italia che all'estero, affiancando l'imprenditore nelle sue necessità di gestione delle H.R. e nel lancio o ri-lancio di prodotti e servizi dell'impresa cliente. Specialisti nella ristrutturazione del debito aziendale, vantiamo successi interessanti e clienti soddisfatti Contatti: cell 3924577389 mail: c.andaloro@restartcons.it skype: Andalarossa sito: https://www.restartcons.it https://www.wordupcommunication.it

Vai alla barra degli strumenti