Servizi gratuiti per l’Impresa: Consorzio di rete d’Impresa ed Ente Bilaterale

 

rete2

L’innovativo ‘Contratto di rete’, consente attraverso l’istituto del “distacco “, di stabilire nuove regole di gestione del rapporto di lavoro dipendente, dando alle aziende aderenti la possibilità di ricorrere alla mobilità del personale, in deroga a quanto previsto dall’articolo 30 del D.Lgs. n. 276/2003; in quanto l’interesse del distaccante è ritenuto automaticamente sussistente nel caso in cui il distacco avvenga nell’ambito di un contratto di rete.

Si legge infatti nel testo: “con il contratto di rete più imprenditori perseguono lo scopo di accrescere, individualmente e collettivamente, la propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato e a tal fine si obbligano, sulla base di un programma comune di rete, a collaborare in forme e in ambiti predeterminati attinenti all’esercizio delle proprie imprese ovvero a scambiarsi informazioni e prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica ovvero ancora ad esercitare in comune una o più attività rientranti nell’oggetto della propria impresa”.

Risulta, inoltre, chiaro già dalla definizione che le imprese possono avvantaggiarsi della rete costituita preservando la propria autonomia.

Diversamente da fusioni, acquisizioni e joint ventures, nel contratto di rete ogni singola impresa partecipante non perde la propria autonomia e mantiene il proprio marchio.

Ne consegue che, ai fini della verifica dei presupposti di legittimità del distacco, il personale ispettivo dovrà limitarsi a verificare l’esistenza di un contratto di rete tra distaccante e distaccatario.

Gli imprenditori all’interno della rete si impegnano a collaborare alla realizzazione di un programma comune, mettendo insieme le loro risorse (dipendenti) e competenze, così da valorizzare le possibili sinergie.

L’impiego dei dipendenti e dei collaboratori è parte essenziale dell’attività comune per il perseguimento degli obiettivi concordati.

Tanto più che i caratteri della rete offrono possibilità rilevanti di un utilizzo delle risorse umane che combini, la flessibilità del lavoro con la stabilità dell’occupazione.

Fondamentale, tale forma contrattuale si differenzia dal comune contratto di “appalto di servizi”, evitando di creare, sul piano di eventuali responsabilità penali, civili e amministrative – e quindi sul piano della sanzionabilità di eventuali illeciti –  una solidarietà tra tutti i partecipanti al contratto, il quale porrebbe l’imprenditore committente in una posizione di debolezza e non liberandolo dall’obbligo della solidarietà, obbligo non previsto nell’istituto del “distacco”.

L’essere parte della “rete”, attraverso i servizi posti in essere dal Consorzio consente, quindi, di beneficiare di:

  • un risparmio sui costi di gestione del dipendente;
  • una detrazione al 100% delle fatture del Consorzio;
  • una ricezione fattura mensile per i servizi ottenuti;
  • una assenza di controversie sui rapporti di lavoro.

Il Consorzio opera in vari settori che vanno dalla vendita al minuto e all’ingrosso, alle imprese di trasformazione di materie prime e semilavorati, ai supermercati e grande distribuzione organizzata, trasporti, ai settori di multi servizi (impiantistica, manutenzione e pulizie) compresi i Call Center e il settore della ristorazione e alberghiero.

LEnte Bilaterale di riferimento delle Confederazioni SISTEMA IMPRESA e CONFSAL nei CCNL sottoscritti per discussione.
A seguitodi Accordo Sindacale del 19 Novembre 2009, è stato costituito a Cremona (CR) in data 9 dicembre 2009 (repertorio n.1756; raccolta n.872) a rogito Notaio Dr. Francesco Scali tra la Confederazione datoriale SISTEMA IMPRESA e le Organizzazioni sindacali dei lavoratori CONFSAL, FESICA – CONFSAL e CONFSAL – FISALS.
Giuridicamente è un Ente avente natura di associazione non riconosciuta e senza fine di lucro.
Operativamente è uno strumento delle Parti Sociali per lo svolgimento delle attività previste dalla normativa vigente in capo agli enti bilaterali e agli organismi paritetici (es. attività in materia di occupazione, mercato del lavoro, formazione e qualificazione professionale, sostegno al reddito, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro).
L’EBITEN è composto da organi statutari pariteticamente rappresentativi delle Parti Sociali costituenti l’ente stesso e rappresentanti le Associazioni Datoriali e le Organizzazioni Sindacali dei lavoratori.
FUNZIONAMENTO ENTE BILATERALE
Con la sottoscrizione da parte delle Confederazioni SISTEMA IMPRESA e CONFSAL in data 28 maggio 2014 dell’“Accordo Interconfederale per lo sviluppo delle relazioni sindacali e linee di indirizzo in materia di strumenti bilaterali” si è sancita l’istituzione all’interno dell’ENTE di fondo denominato “Fondo Sviluppo Bilateralità”, il cui gettito è alimentato dall’1% della retribuzione lorda annua (di cui lo 0,80% a carico del datore di lavoro e lo 0,20% a carico del lavoratore) derivante dall’applicazione dei CCNL/Accordi sindacali che lo individuano come Ente Bilaterale di riferimento.

I VANTAGGI DEL CONSORZIO DI RETE D’IMPRESA E DELL’ENTE BILATERALE NON PARTITICO, SONO ASSAI NUMEROSI

Richiedi una valutazione gratuita della tua impresa