LO SCRITTORE DELL’ANIMA

 

Pino Cangemi, ci incontriamo  nelle sede del gruppo che guida da anni. Incontro un uomo con lo sguardo dolce,  molto accogliete, ed un sorriso che va oltre mille parole.  Un uomo poliedrico, dai mille interessi, ma con uno scopo che parte dal cuore: portare la Luce a coloro che vorranno ascoltare.

Sembra scontato parlare di amore, siamo in un’epoca dove ogni alito di vento è mosso dal pensiero positivo, contrapponendosi ad un momento sociale difficile, e forse ci sta, forse è giunto il momento di scalfire le coscienze, come afferma Pino. Ha avuto un Maestro di cui parla spesso, che ha smontato tutte le sue emotività inutili con cui noi umani ci muoviamo nel mondo, il suo compito è  fare altrettanto con tutti noi. Un compito veramente difficile.

Ammette di fare molta fatica, incontra gente da anni, spiegando ovunque i simbolismi, le interpretazioni degli anni di studio condivisi con il gruppo, ed ogni volta comprende la fatica che ha fatto chi ha iniziato questa opera prima di lui.

Mostrare cio’ che è Luce e cio’ che è Ombra, e far comprendere che non c’è una divisione ma una compenetrazione: l’uno non puo’ coesistere senza l’altra.

La Fratellanza Essenica dei Pari, che, riprendo dal loro sito: è un gruppo esoterico-scientifico a cui interessa lo studio di “tutte” le tradizioni antiche e/o anche religiose col solo obbiettivo di conoscere e scandagliare lo spirito umano con “scienza, coscienza e conoscenza”.

Da qui il suo racconto della vita giovanile: la passione per la musica, il conservatorio, il successo come musicista e l’incontro con il Maestro che a 19 anni ha cambiato la sua vita. Gli ha fatto capire il motivo reale per cui siamo su questa Terra, “nati non foste per viver come bruti” cita durante il nostro incontro.

Pino è un appassionato storico, un’attento studioso di archeologia e dei simbolismi che testimoniano la storia dell’Uomo. Da qui si apre uno scenario fantastico e immenso: simboli ed alchimia, ermetismo  e tantrismo, la storia attraverso le costruzioni antiche che lui stesso visita e su cui ha scritto saggi molto apprezzati. Ma questo è l’aspetto semplice.

E’ difficile tradurre in parole scritte l’emozione di un incontro con un Uomo che nella gestualità, nella semplicità e nella dolcezza di espressione, ricorda qualcun altro che secoli fa ha calcato la nostra terra con gli stessi intenti per dimostrare che esiste una vita oltre le vite, che esistono gli uomini di buona volontà e che tutti noi abbiamo un compito preciso per cui nasciamo e per cui moriremo. E se tale compito non sarà espletato, pazienza, ci dovremo riprovare.

Altro elevato scopo della  Fratellanza Essenica dei Pari è la cura delle persone bisognose di aiuto medico scientifico, quindi, la Fratellanza afferma che “la salute non va pagata” e con loro collaborano medici, e studiosi delle più disparate scienze.

Ma l’uomo medio della società in cui viviamo oggi di cosa ha bisogno? Ha bisogno di scoprire quella parte di sé che è legata l’antica sapienza che ha perso, spogliandosi di tutti quei parametri religiosi, politici ed anche anatomici. Devi svestire tutto e tornare a questa antica sapienza che puo’ darci un nuovo modo di vivere. Dobbiamo tornare in relazione con il macrocosmo perché è urgente la salvaguardia del pianeta. Ecco, mi reputo una persona che puo’ spiegare come si fa, non un Maestro.

Ad una risposta simile è difficile replicare, non resta che continuare a porre domande ed ascoltare. La voglia di far parte di questo gruppo inizia a farsi sentire nel mio animo, ma Pino Cangemi rapisce l’attenzione con molta grazia.Quindi, cosa pensa l’autore dei tanti gruppi new age nascenti: diceva un grande saggio usa quello che vuoi, ma ci deve essere una potenzialità: come tutto anche cio’ che facciamo nel nostro gruppo, deve essere trasceso.

Quindi, cosa fa Pino nel gruppo: noi aiutiamo gratuitamente le persone sofferenti, usando non soltanto scienza fisica ma che la stessa possa dare supporto ad un’altra scienza che è dentro di noi, nei nostri mondi interiori, perché scienza vuol dire cio’ che puo’ essere sperimentato. Per chi ha voglia di sperimentare le potenzialità dei mondi interiori, esse  hanno le stesse leggi del mondo esteriore che ben conosciamo.

Domando: quindi tutto cio’ che scrivi lo hai sperimentato? Si , certo.

Qui mi fermo, non posso togliere l’emozione di ascoltare dall’autore le esperienze che descrive nei suoi libri, in modo particolare ne “La Profezia dei Rosacroce” un romanzo thriller mozzafiato,  dai contenuti densi, che fanno pensare a cosa pochi uomini possono fare per un intero pianeta. Tante domande e tanti dubbi amletici ci possono accompagnare,  ma una cosa è certa: ascoltare Pino Cangemi è una carezza per l’anima.

La presentazione del libro è sabato 10 marzo alle h 16,30 alla Libreria Esoterica in Galleria Unione, 1 Milano, siete tutti invitati e sono certa, che ognuno di noi uscirà con una pizzico di consapevolezza in piu’.

https://www.facebook.com/events/421148571669741/

Concetta Andaloro