ASCOLTARE L’IMPRESA

Molto spesso, alla fine di un incontro di lavoro, con un imprenditore oppure un professionista, mi sento dire una frase che non mi aspetto: “Lei mi ha ascoltato, ho potuto parlare liberamente”.

Ed ogni volta mi sembra veramente strano! Certo che ascolto, ci mancherebbe altro, ma probabilmente non avviene così regolarmente come io penso.

Quindi, ho fatto un piccolo sondaggio tra le persone che conosco, con cui ho lavorato ed in effetti è veramente così. Pare che i consulenti, impegnati a raccontare ai propri clienti quanto devono pagare, perché la soluzione a questo o quel problema è quella da loro proposta ed altro ancora, non diano un minimo ascolto ai loro clienti che li pagano profumatamente.

L’ascolto, è molto importante, MOLTO!

Quando entro in un’azienda, sono curiosa, ascolto l’aria e non parlo, fino a quando la persona con cui ho l’incontro, non mi ha detto tutto, ma veramente tutto quello che ha nella mente. Con quali sogni ha aperto l’azienda, quali erano i traguardi che si era posto, come sono stati gli inizi: un’avventura, per la maggior parte, una bellissima fatica per altri. Ma tutti, veramente tutti hanno un SOGNO.

Ed è quello che li aiuta nelle giornate più faticose, quando l’ennesimo cliente non paga alla scadenza, quando il fornitore sbaglia l’ordine, insomma, quando gli “girano”.

Alla fine delle mie domande, ho preso tanti appunti ed ho costruito il Van Gogh  dei desideri, ed ora è il mio momento, quello di costruire la tela bianca su cui fissare i punti per realizzare il sogno, il desiderio: progettare il  loro sogno.

Non spedisco mai un preventivo via mail, proprio perchè va spiegato e condiviso. Perché un progetto con un prezzo alla fine, non è un semplice pezzo di carta in RESTART/ , per noi è CONDIVISIONE. Durante l’incontro il progetto può essere variato, il cliente propone le sue idee, costruiamo un abito insieme, ed infine, tutto funziona. I risultati sono sempre molto soddisfacenti.

Lavoro così ed i miei colleghi agiscono nello stesso modo. Se mettiamo così tanta cura nell’ascolto e nell’interpretazione del sogno del nostro cliente, quanta energia metteremo nell’esecuzione del lavoro commissionato?

A voi la risposta 🙂

#siatecuriosi